La manutenzione dell’acquario

L’impensata semplicità dell’acquario

Vendiamo acquari di ottima qualità al giusto prezzo. Diamo le giuste indicazioni per farli funzionare bene senza spreco di tempo e denaro, dedicando poche decine di minuti per la manutenzione dell’acquario.

Non lo facciamo perché siamo generosi, ma perché ci conviene. Un acquario bello da vedere invoglia i vostri ospiti a farne uno a casa loro, e questo è lavoro per noi.

Guarda le offerte attuali, acquari ai migliori prezzi.

Alcuni segreti

Facciamo questo lavoro da oltre venti anni, e troppo spesso abbiamo scoperto acquari in cattivo stato nonostante il cliente dedicasse tantissime ore a settimana per la manutenzione. È davvero frequente che gli acquariofili, specie alle prime armi, sprechino tempo e denaro in operazioni di manutenzione che peggiorano addirittura lo stato dell’acquario.

Questo stato di cose porta inevitabilmente alla morte dell’acquario, che viene parcheggiato in cantina. Per noi un cliente perso, per il cliente denaro buttato.

Un elenco di false convinzioni riguardo alle operazioni di manutenzione degli acquari.

  1. Cambiare tutta l’acqua in una volta sola. Inutile e dannoso, può provocare la morte dei pesci, talvolta anche tutti. Raramente porta benefici. Se l’acquario è sporco o infestato di alghe, la causa va ricercata altrove. Venite a trovarci in negozio con un campione d’acqua dell’acquario di almeno 100 ml e risolveremo insieme il problema. Fate anche alcune foto dell’acquario e dei punti più infestati dalle alghe, se tale è il problema.
  2. L’acquario è sporco, lavare tutto il materiale filtrante. Il filtro non serve a trattenere eventuale sporcizia. Il suo scopo è di neutralizzare le sostanze tossiche che derivano dall’introduzione di cibo, e non è il materiale filtrante che lo fa ma i batteri nitrificanti che ci crescono sopra. Quindi ciò che davvero mantiene l’ambiente abitabile dai pesci sono questi batteri, che vengono persi se si lava tutto il materiale filtrante. Anche in questo caso, se l’acquario è sporco venite a trovarci in negozio con un campione d’acqua dell’acquario di almeno 100 ml e risolveremo insieme il problema.
  3. Le piante crescono poco, aumentare le ore di luce. Fare questo provoca sempre infestazioni di alghe. Le ore di illuminazione dovrebbero rimanere fra le 6 e le 8 ore. Le piante hanno bisogno di tutta una serie di nutrienti oltre alla luce per crescere bene. Raramente è la luce che manca, in ordine di frequenza ciò che manca prima è: Anidride carbonica, ferro, fertilizzante di fondo, potassio, calcio, elementi minori. Contattateci per ulteriori delucidazioni.

Secondo la nostra esperienza, per rimettere in sesto un acquario malfunzionante di un cliente, abbiamo ottenuto un risparmio di tempo per quanto riguarda la manutenzione. In altre parole abbiamo consigliato al cliente di somministrare mangime in quantità minore e più raffinato, diradare i cambi d’acqua e utilizzare filtri più performanti. A conti fatti, risparmio di tempo e denaro per un risultato migliore di quanto il cliente immaginasse.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.